Amatrice, opposizione ‘fondi sisma per concerto Ruggeri’, sindaco ‘ha pagato Regione’

Il 29 luglio scorso ad Amatrice è andato a cantare Enrico Ruggeri. Un evento che avrebbe dovuto rinfrancare gli animi di una popolazione che ancora paga le conseguenze del terremoto che ha spazzato via l’intero comune e le frazioni vicine quasi sei anni fa ma che invece ha dato vita, indirettamente, a un’aspra polemica tra i consiglieri comunali di opposizione e l’attuale sindaco. I primi sostengono infatti che l’evento sarebbe stato pagato con parte dei proventi derivanti da offerte per il sisma 2016 (l’impegno di spesa è visibile anche nella determinazione n.80 del primo agosto scorso, ndr), il secondo che si è trattato solo di un anticipo, ma che a pagare è stata la Regione Lazio.

Rosaria Lunadei, del gruppo Consiliare del Comune di Amatrice “Ricostruiamo Insieme”, spiega all’Adnkronos: “Abbiamo verificato che ci sono stati degli atti amministrativi, una delibera di giunta e poi degli impegni fatti dal responsabile del settore economico finanziario a valere sul capitolo delle donazioni, nelle more che la Regione Lazio approvasse il contributo di cui hanno fatto richiesta. Il concerto dovrebbe farsi dopo, non prima del riscontro positivo della Regione e se la Regione stessa ha inviato il contributo subito dopo l’evento non c’era fretta…