Alla fine Meloni è l’unica che sotto sotto spera in Draghi al Quirinale

Roma. “Chi lo sostiene non mi pare abbia molta voglia di mandarcelo, scherzando si potrebbe dire che per il Qurinale siamo noi i più draghiani di tutti”, dice al Foglio Marco Osnato, deputato lombardo di Fratelli d’Italia. L’incrocio tra pandemia e le imminenti elezioni quirinalizie è un laboratorio in cui si producono paradossi.

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di attualità sui dispositivi che preferisci, approfondimenti quotidiani dall’Italia e dal Mondo

Il foglio web a € 8,00 per un mese Scopri tutte le soluzioni
OPPURE