Alec Baldwin, omicidio colposo per lo sparo sul set di “Rust”

Risale al 21 ottobre 2021 l’incidente letale sul set di Rust, che ha portato alla morte della direttrice della fotografia Halyna Hutchins per mano dell’attore Alec Baldwin, accusato di omicidio colposo.

Tanto si è detto in merito, con svariati addetti ai lavori che hanno commentato l’atteggiamento del divo durante le riprese. La procura del New Mexico ha infine raccolto abbastanza prove per incriminare Alec Baldwin per omicidio colposo, ben 15 mesi dopo la drammatica dipartita della Hutchins e il ferimento del regista Joel Souza.

Alec Baldwin: omicidio colposo

Alec Baldwin dovrà rispondere di omicidio colposo per aver sparato sul set di Rust, uccidendo la direttrice della fotografia Halyna Hutchins. Non soltanto l’attore al centro della vicenda, con la procura che giudicherà in aula anche Hannah Gutierrez Reed, responsabile delle armi per quel film.

È stata lei a caricare materialmente la pistola usata per la scena risultata letale. Un anno e mezzo per capire cosa sia realmente uscito dalla canna di quella Revolver Colt 45, con la difesa di Baldwin che ha scaricato da tempo ogni responsabilità su tre persone della troupe. Chiamato in causa anche un fornitore di armi che, con gli altri, avrebbe dato il via a una serie di errori fatali.

Da un anno e mezzo…