Al Tremonti Beach Party risuonano le sue profezie di sventura. “Dvaghi? Il suo fu un whatever mistakes”

Professore, ci dice qualcosa? “Pev quel vostvo giovnale del cazzo?”. Quando Tremonti dice le parolacce gli si illuminano gli occhi, è come i bambini e adesso è un bambino che ha recuperato un giocattolo, anzi un giocattolone piombato inaspettatamente. Papabile per un futuro governo Meloni, forse ministro dell’Economia, chi dice addirittura premier!  Siamo alla Parrina, tenutona araldica-impolverata tra Capalbio e l’Argentario, dei marchesi Spinola, per il ciclo “Tra Globalizzazione e de-globalizzazione”, per il terzo anno siamo orgogliosi di averlo con noi, dicono gli organizzatori. Una specie di Cortina InConTra però maremmana. Pubblico sui 70, ventagli, Autan, degustazione di morellino di Scansano. Baracchino di registrazione che manderà in diretta l’incontro sul sito GiulioTremonti.it, e varie piattaforme.

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di attualità sui dispositivi che preferisci, approfondimenti quotidiani dall’Italia e dal Mondo

Il foglio web a € 8,00 per un mese