al passeggero conto di 35 mila sterline- Corriere.it

di Peppe Aquaro

Un ragazzo di 22 anni prenota con l’app un viaggio di soli 15 minuti, ma l’autista confonde la destinazione Ashton-Under-Lyne (nei dintorni di Manchester) con la citt di Ashton, in Australia. Il giorno dopo le scuse del servizio, che ha ritirato l’operazione

Una di quelle notizie che sicuramente far felici i 40 mila possessori di licenze di Taxi in Italia. E sembra gi di sentirli: Avete visto che avevamo ragione a fare la guerra a Uber. Eh s, perch Uber, l’acerrimo dei tassisti classici (in Italia come nel resto del mondo) ne ha combinata una grossa. Non in Italia, ma in Inghilterra, nei dintorni di Manchester, ad Ashton-Under-Lyne, punto di arrivo di uno sfortunatissimo passeggero, il 22enne Oliver Kaplan, al quale, a fine corsa, il tassista Uber ha consegnato un conto a dir poco salato: 35mila sterline. Per un viaggio di soli quindici minuti e per una distanza di poco meno di 10 chilometri. Il bello che il ragazzo era salito sul mezzo dopo che gli era stato detto che avrebbe pagato dieci sterline al massimo.

Cosa accaduto? Tenetevi forte: l’autista ha confuso la localit di Ashton-Under-Lyne con l’omonima Ashton. Dove si trova? Beh, un pochettino pi in l dei dieci chilometri della corsa: per la precisione sulle colline di Adelaide, nel…