Aeronautica, “Falcon Strike 2022” con caccia F35 europei e Usa: più di mille militari coinvolti

(Dall’inviata Silvia Mancinelli) – “Lo scenario è l’inizio di una crisi che sfocia molto rapidamente in un conflitto con l’altra parte, che è a noi paritetica, capace e ben strutturata. Fronteggiamo un avversario dotato di sistemi missilistici, radar e velivoli molto avanzati e, nel momento in cui si decide di rispondere, dobbiamo essere efficaci”. A parlare all’Adnkronos dalla base di Amendola, in provincia di Foggia, dove ha sede il 32esimo Stormo, è il colonnello dell’Aeronautica Militare Vito Cracas, responsabile dell’operazione Falcon Strike 2022.  Una esercitazione guidata dall’Aeronautica Militare con velivoli di quinta generazione, che vede in questa edizione la partecipazione dell’Italia, che ne è alla guida, di Stati Uniti e Paesi Bassi con più di 50 diversi assetti aerei e oltre 1000 militari coinvolti, di cui 600 rischierati sulla base di Amendola (comprese circa 250 unità provenienti dalle componenti straniere).

Impegnate 6 basi dell’Aeronautica Militare a cui si aggiungerà la nave Caio Duilio della Marina Militare e il Poligono Interforze di Salto di Quirra a Perdasdefogu, in provincia di Nuoro. “E una occasione di addestramento che coinvolge forze alleate amiche – spiega ancora il colonnello Cracas – Si svolge…