«Adesso è il momento di ripartire»- Corriere.it

Il figlio di Piero Angela ringrazia il pubblico con un post su Facebook per la vicinanza. «È il momento di fare un grande respiro e ripartire»

A 30 giorni esatti dalla morte di Piero Angelo, il figlio Alberto rompe il silenzio e lo fa attraverso i social, mezzo che usa spesso proprio per comunicare con i seguaci, anche durante la messa in onda dei suoi programmi. «Oggi è esattamente un mese dalla scomparsa di mio padre», scrive Alberto su Facebook. «Vorrei ringraziare tutti voi per le incredibili ed emozionanti dimostrazioni di affetto che hanno investito tutta la nostra famiglia dopo la morte di papà. Trenta giorni sono un tempo breve per elaborare un lutto di una persona così cara. Sono stati giorni intensi, trascorsi a tratti freneticamente nel turbinio di forti emozioni vissute e nella gestione degli eventi legati alla scomparsa di mio padre. Ma questi 30 giorni sono anche stati ricchi di momenti lenti, di pausa, di riflessione, di ascolto, di tempo dedicato a leggere tutte le dimostrazioni di stima e di affetto che ci sono arrivate».

Il figlio del divulgatore scientifico ammette di aver letto uno per uno i messaggi di cordoglio arrivati anche sui social e ringrazia per «l’affetto, la stima, la vicinanza, il calore che io e tutta la mia famiglia abbiamo…