Abruzzo, è morto l’orso Juan Carrito: investito da un’auto

Juan Carrito, il giovane orso marsicano diventato un ‘mito’ per le sue scorribande nell’Abruzzo montano, è morto. E’ stato investito e ucciso a Castel di Sangro da un automobilista. “Sono sconvolto – dice ad Adnkronos Luciano Sammarone, direttore del Parco nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise – è come se fosse scomparso un familiare”.

L’incidente a Castel di Sangro, nell’Aquilano. “In un tratto – dice il direttore – dove c’erano le recinzioni e tutto quanto serve per la protezione di questi animali. Stavamo lavorando per lui, fino a poco fa”.

COSA E’ SUCCESSO – Sulla Strada Statale 17 prima della della Galleria G. Fiore, fuori dal Parco, l’orso è stato investito e dopo alcuni minuti di agonia è morto a causa del trauma riportato nell’impatto con una vettura in transito.

Fortunatamente la persona alla guida non sembra aver riportato traumi. Sul posto sono intervenuti per i primi soccorsi, Guardiaparco, Carabinieri, Carabinieri Forestali e il veterinario la D.ssa Scioli del Servizio Veterinario di Castel di Sangro.

L’animale recuperato dal personale del PNALM è stato trasportato all’Istituto Zooprofilattico per la necroscopia. “Non ci sono parole per quello che è successo. J. Carrito era un orso problematico ma al Parco abbiamo fatto di…