A Sorrento è “Te vojo Pnrr assai”. Draghi si beve un “Conte spritz”

A causa delle sue minacce i suoi ministri si imbarazzano e il presidente della Camera ammutolisce. Eravamo a Sorrento, per l’evento “Verso Sud” e abbiamo visto e ascoltato (non visti) Roberto Fico, uno che il M5s non lo ha certo ereditato, mortificarsi di fronte a Mario Draghi. Il premier gli diceva: “Non è accettabile, non è accettabile”. Per colpa di Giuseppe Conte i dirigenti della “prima forza di governo” non riescono più a tenere lo sguardo sollevato. Ora ripete che Draghi “non ha mandato politico”, ma  per evitare di farsi mandare a quel paese, non ha mai chiesto di essere ricevuto a Palazzo Chigi. E’ confermato. Fa schiuma. Abbiamo domandato a Paola Severino, ex ministra della Giustizia, anche lei a Sorrento, cosa intendesse Conte, e sentite cosa ha risposto: “Ma cosa significa? Neppure io avevo un mandato politico eppure ho fatto il ministro. Non so dire se bene o male, ma l’ho fatto”.

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di attualità sui dispositivi che…