‘a processo con rito ordinario e sciopero vitto’

“Qui a Poggioreale le condizioni di detenzione sono inumane, lontanissime dai canoni di eticità e civiltà. Il Covid dilaga e abbiamo già iniziato lo sciopero del vitto”. Mentre si avvicina la data del processo per i leader di Forza Nuova Roberto Fiore e Giuliano Castellino, per Luigi Aronica e Salvatore Lubrano, tutti e quattro dall’istituto penitenziario annunciano all’Adnkronos la loro protesta. Questa mattina il loro avvocato difensore Nicola Trisciuoglio li ha incontrati in carcere.

“Noi del Padiglione Firenze siamo in sciopero del vitto e la prossima settimana inizieremo lo sciopero della spesa – dicono Fiore e Aronica – Gli stessi garanti dei detenuti della Regione e della città metropolitana, Ciambriello e Ioia, hanno dichiarato che su un totale di 2192 detenuti, ad oggi 56 sono contagiati. E il virus continua a circolare. “Le mie condizioni di salute, già precarie, sono ignorate dai giudici – aggiunge il leader di Forza Nuova – i controlli alla pressione assenti o sporadici e per uno che come me è a rischio ictus o infarto è decisamente grave”.

Tutti e quattro gli imputati, in carcere per la manifestazione del 9 ottobre scorso e l’assalto alla sede della Cgil a Roma, si preparano intanto al processo già…