“A over 60 dopo vaccini cinesi e a immunodepressi”

La terza dose di vaccino anti-Covid? Per gli esperti dell’Organizzazione mondiale della sanità è raccomandabile farla per le persone moderatamente e gravemente immunocompromesse – come dose aggiuntiva di tutti i vaccini che sono nell’elenco per l’uso di emergenza (Eul) dell’Organizzazione mondiale della sanità – e dovrebbe essere offerta alle persone dai 60 anni in su vaccinate con i vaccini inattivati cinesi Sinovac e Sinopharm. E’ quanto indica il Gruppo strategico di esperti (Sage) dell’Oms sulle vaccinazioni.

Il Sage ha raccomandato per tutti i vaccini la dose addizionale agli immunodepressi “poiché queste persone hanno meno probabilità di rispondere adeguatamente alla vaccinazione dopo una serie primaria standard” a due dosi e “sono ad alto rischio di Covid grave”. Per quanto riguarda i vaccini cinesi, l’indicazione è che dovrebbe essere offerta agli over 60 una dose aggiuntiva dello stesso vaccino come parte di una serie primaria estesa. Oppure è possibile prendere in considerazione una terza dose eterologa, con un’altra tipologia di vaccino, “anche sulla base della fornitura del vaccino e delle considerazioni sull’accesso”. Nell’attuare questa raccomandazione,…