“A inizio carriera mi hanno messo in soggezione”/ “Ecco il mio sogno”

Gigi Marzullo è stato ospite stamane del programma di Rai Uno, Uno Mattina in Famiglia, per raccontare un po’ se stesso e parlare del suo libro. Dallo studio chiedono al volto noto di casa Rai se lo stesso si sia mai sentito in soggezione nel corso delle sue innumerevoli interviste: “E’ successo all’inizio del mio percorso – ha spiegato – più di 30 anni fa, io andavo a raccontare una vita personale in tv attraverso l’ospite e 30 anni fa non si usava, ora invece si esagera. Il centro è sempre una situazione di mediazione, io cercavo di capire non il personaggio ma la persona, ognuno di noi prima di essere quello che fa è quello che è, e all’inizio non è stato semplice e alcuni mi hanno criticato su quei giornali, ma non ci sono più, nel senso che non appartengono più a questa vita o non fanno più questo lavoro”.

Sul sogno della sua vita Gigi Marzullo non ha dubbi: “Il sogno della mia vita è continuare a fare quello che faccio, essere quello che sono, come i diesel, tranquillo, normale, sereno, se mi guardo indietro sono molto soddisfatto e sereno, se mi guardo attorno lo stesso, potevo aspirare qualcosa di più? Forse si, ma nella…