50 mila stagionali introvabili ma troppi oneri per assumere- Corriere.it

Alberghi, ristoranti e strutture turistiche non trovano cuochi, camerieri, addetti agli stabilimenti balneari, denuncia la Fondazione studi dei Consulenti del lavoro. A fronte di una richiesta di quasi 50 mila lavoratori stagionali, il 46% risulta introvabile (circa 22 mila). Ma non l’unico problema, dicono i consulenti. L’azienda che riuscisse nell’impresa di reperire i lavoratori si troverebbe alle prese, in fase di assunzione, con una corposa informativa da compilare e trasmettere al lavoratore, come impone il decreto Trasparenza, che recepisce una direttiva Ue e che entrer in vigore da domani per tutte le nuove assunzioni. I consulenti hanno gi scritto tre lettere al ministro del Lavoro, Andrea Orlando, per chiedere un rinvio delle norme o almeno delle sanzioni previste in caso di inadempimento.

Il decreto prevede che il datore di lavoro debba comunicare, in forma cartacea o elettronica, una serie di informazioni al lavoratore circa lo stesso rapporto di lavoro (luogo, orario, inquadramento, retribuzione, durata del periodo di prova, diritto alla formazione, ferie, congedi, preavvisi, regole previdenziali e assicurative, eventuali strumenti di monitoraggio delle prestazioni, ecc.) senza pi il semplice rinvio al contratto applicato. Le nuove regole valgono per…