3 morti, pesantissimo sospetto – Libero Quotidiano

E’ di tre morti e sei feriti il bilancio di una esplosione che si è verificata nell’aeroporto militare russo di Ryazan, 200 chilometri a sud est di Mosca. Lo riportano la Ria Novosti e la Tass, affermando che la deflagrazione sarebbe stata causata da una autocisterna carica di benzina. Una seconda esplosione si è inoltre verificata nell’aeroporto di Engels, vicino a Saratov, dove secondo le fonti russe le forze armate ucraine hanno danneggiato due bombardieri strategici Tu-95 utilizzando un drone. L’aeroporto militare di Ryazan ospita il centro di addestramento per l’aviazione a lungo raggio e gli aerei cisterna. 

L’ombra del terrorismo ucraino in territorio russo inquieta il Cremlino, che nel frattempo però lancia messaggi bellicosi sul piano internazionale. I sistemi missilistici costieri Bastion della Flotta del Pacifico russa sono entrati in servizio sulle isole Curili, arcipelago situato tra l’isola giapponese di Hokkaido e la penisola russa della Kamchatka. A riferirlo in una nota il ministero della Difesa di Mosca, precisando che i Bastion sono stati posizionati sull’isola Paramushir, nella parte settentrionale delle Curili. I sistemi missilistici saranno attivi 24 ore su 24 “per monitorare” il…