+153% di casi in 7 giorni, 1,2 milioni di positivi. «Sale la pressione sugli ospedali»- Corriere.it

di Carlotta De Leo

Impennata di nuovi casi, salgono i ricoveri (+28%) e terapie intensive (+21%). Oltre 6,4 milioni i tamponi (+25%). Aumentano le prime dosi (+44%) ma non decollano i vaccini tra 5-11 anni: in tre settimane solo 400 mila somministrazioni

Prosegue l’impennata di contagi durante le feste: in una settimana, dal 29 dicembre al 4 gennaio, i nuovi casi registrati sono stati 810.535, il 153% in più rispetto ai sette giorni precedenti (320.269). Raddoppiano gli attualmente positivi e le persone in isolamento domiciliare. Il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe fotografa gli effetti della variante Omicron nel Paese: aumento di decessi, di ricoveri e terapie intensive che rischia di sovraccaricare gli ospedali anche perché ci sono ancora 2,3 milioni di over 5o non vaccinati .«Anche se l’impatto viene “ammortizzato” dai vaccini – spiega Cartabellotta – di fatto l’enorme numero di casi
sta portando ad una silenziosa e pericolosa congestione dei reparti che, oltre a ridurre le capacità assistenziali verso pazienti non Covid-19, rischia di mandare in tempi brevi diverse Regioni in zona arancione e nel medio periodo qualcuna in zona rossa».

«Purtroppo le nuove misure decise ieri dal governo – aggiunge Cartabellotta – sono il frutto…