120 milioni per le pmi, ecco a chi spettano- Corriere.it

L’articolo 18 del decreto Aiuti approvato a maggio definisce lo stanziamento di risorse pari a 120 milioni di euro (esclusi i 10 gi rivolti a favore della partecipazione alle fiere internazionali) alle imprese che hanno fortemente risentito delle conseguenze della guerra tra Russia e Ucraina. Ora il decreto ministeriale firmato dal ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, conferma la misura e definisce le modalit di distribuzione.

I requisiti necessari

Si tratta di contributi a fondo perduto, che quindi i beneficiari non saranno costretti a restituire, destinati alle pmi che presentino nello stesso momento tre requisiti:
– negli ultimi due anni devono aver intrapreso operazioni commerciali con Ucraina, Russia e Bielorussia, che comprendano il rifornimento di materie prime e semilavorati e che siano equivalenti ad almeno il 20% del fatturato;
– devono dimostrare di aver subito nel trimestre compreso tra febbraio e aprile 2022 un aumento del costo medio di acquisto di materie prime e semilavorati pari al 30% rispetto alla media nello stesso periodo del 2019 (tempi pre-Covid);
– devono evidenziare nel medesimo trimestre un calo del fatturato di almeno il 30% (tenendo conto dei ricavi) rispetto allo stesso periodo del 2019.
Per le aziende che, invece, sono nate…