11 ottobre, sciopero nazionale generale: i motivi della protesta

Sciopero generale l’11 ottobre per i settori pubblici e privati del paese, compresi i trasporti. A rischio trasporti (treni, aerei, autobus, metro, aerei) ma anche scuola e uffici pubblici. Ad indirlo i sindacati di base: Confederazione Cobas, Cobas Sardegna, Cobas Sanità, Cub, Sgb, Orsa, Unicobas, Usi Cit, Usb, con l’obiettivo di “contribuire a costruire una reale opposizione sociale”.

Il gruppo Fs fa sapere che l’agitazione partirà alle 21 di questa sera per terminare alle 21 di lunedì 11 ottobre. Cotral informa che l’astensione dalle prestazione lavorative sarà nella giornata dell’11 ottobre dalle 8:30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Saranno garantite tutte le partenze dai capolinea fino alle ore 8:30 e alla ripresa del servizio dalle ore 17:00 fino alle ore 20:00.Tutte le informazioni sulla modalità di sciopero saranno disponibili sul sito web cotralspa.it e sull’account [email protected]

Le motivazioni

“Siamo di fronte ad un governo composto da partiti di centro-destra e centro- sinistra, tutti uniti sotto la guida del banchiere Draghi, in un quadro di intesa con l’intera Ue, in stretta alleanza con la Confindustria, che vuole approfittare dell’emergenza…