Cosa sappiamo di Code Vein, il nuovo videogioco di Bandai Namco
Nuovo RPG in arrivo

Cosa sappiamo di Code Vein, il nuovo videogioco di Bandai Namco

L’arrivo sul mercato è previsto per il 2018 su piattaforme non ufficialmente annunciate

Uno degli ultimi numeri di Weekly Famitsu ha anticipato alcune informazioni su Code Vein, un nuovo "dungeon exploration-type, hard action RPG" edito da Bandai Namco e sviluppato dal team dietro God Eater.

Code Vein è ambientato in un futuro non troppo lontano, dove un misterioso disastro ha portato al collasso del mondo come lo conosciamo. Gli alti grattacieli, una volta simbolo di prosperità, sono ormai tombe senza vita della passata umanità perforata dalle Spine del Giudizio. Al centro della distruzione c'è una società segreta di Redivivi chiamata Vein. Il bastione finale si trova dove i pochi rimasti lottano per sopravvivere, benedetti dai Doni del potere in cambio dei loro ricordi e della sete di sangue. Arrendersi pienamente alla sete di sangue significa rischiare di diventare uno dei Perduti, fantasmi diabolici che hanno perso anche quel poco di umanità che rimaneva.

In questo complesso Action RPG, i giocatori dovranno assumere il ruolo di un Redivivo. Dopo essere stati catapultati su Vein, i giocatori dovranno esplorare il mondo insieme a un compagno scelto fra i vari abitanti per scoprire memorie perdute e trovare una via di fuga a questa nuova folle realtà. Il mondo di CODE VEIN è pericoloso, pieno di nemici crudeli e boss terrificanti che metteranno alla prova le abilità dei giocatori.

Inoltre, i Redivivi avranno accesso ai Blood Veil, dispositivi in grado di succhiare il sangue dai nemici e potenziare le loro abilità. Sfruttando queste abilità potenziate chiamate Doni, i giocatori potranno mutare forma per aumentare la loro forza, indebolire i nemici e utilizzare le abilità delle nuove armi grazie ad attacchi superpotenti. La vasta gamma di armi unita a quella dei Doni di ciascun personaggio consentirà ai giocatori di adattarsi alle varie condizioni di combattimento e personalizzare i loro stili di gioco.

Una delle caratteristiche principali di Code Vein è il sistema definito "Buddy". Quando esploriamo i dungeon, sarà possibile portare un solo partner per superare i vari ostacoli; questo, controllato principalmente dall’intelligenza artificiale, in alcuni specifici momenti potrà essere controllato anche dal giocatore stesso. I Redivivi (Revenants) utilizzano principalmente armi come grandi spade o spade utilizzabili con una sola mano, ma sembrano esser presenti anche lance e martelli.

Lo sviluppo del gioco è attualmente completo al 35%; il motore di gioco scelto è il sempre più supportato Unreal Engine 4. Fra il team di sviluppo dietro Code Vein è possibile trovare il Direttore Hiroshi Yoshimura, il Produttore Keita Iizuka e il team leader del progetto Yusuke Tomizawa. Il target principale su cui Bandai Namco sembra voler puntare è il pubblico su console, soprattutto quello giapponese, con un rilascio fissato entro il 2018. Nessuna piattaforma di destinazione è stata attualmente annunciata.


Video
Galleria Immagini
blog comments powered by Disqus