Super Mario Run correrà sui dispositivi Apple a dicembre, parliamone
Non sottovalutatelo

Super Mario Run correrà sui dispositivi Apple a dicembre, parliamone

e Android si tiene pronto per divenire l’amante di rilievo di un’operazione che farà il botto, anche in borsa

Avete stuzzicato il can che dorme, avvisati. Nintendo sta scendendo sul campo mobile ben attrezzata, in un momento in cui questo tipo di notizie sono capaci di creare un vero terremoto in borsa.

La casa di Kyoto tanto bistrattata nei forum ludici, sta dando vita ad una nuova rivoluzione ludica e senza che i gamers se ne stiano accorgendo. Eh, mai giochi mobile sono la versione minimale di quel che vorremmo giocare... si, fino a ieri. Nintendo ha sempre posto il podio più alto al gameplay e Super Mario Run comincia a far seriamente riflettere. Di Apple e Nintendo si è parlato molto negli anni, ma nella maniera sbagliata a quanto pare e possiamo pure essere pronti a scommettere che questa sorta di partnership, la quale includerà anche i dispositivi Android, sarà qualcosa di veramente potente.

Non c’è dubbio, Mario è sempre il personaggio più in voga del mercato ludico e per quanto lo si possa criticare o far passare per un "pupazzo" dedicato ai bambini, l’idraulico italiano venticinquenne ( a sentire il suo papà Miyamoto) è sempre pronto a calamitizzare l’attenzione del grande pubblico. Non è un mistero il fatto che sia il responsabile delle vendite maggiori mai registrate per un videogioco e non è un mistero il tentativo di emulazione che va avanti dal 1985, anno della sua nascita come Jumpman, senza riuscirvi.

Lo sdoganamento del brand verso il mondo mobile è quindi da ritenersi pericoloso per una semplice quesitone: quella della monetizzazione facile. Presto, è probabile, ci si renderà conto di quanto Nintendo non sia poi quella vecchiettà che appare di fronte gli occhi delle altre compagnia più in vista sul panorama ludico, tipicamente casalingo.


Corri Mario, Corri!

Tom Hanks ha interpretato veramente una grande parte in Forrest Gump. Un film che dovrebbe essere visto almeno una volta da tutti. Si, lo so, non c'entra nulla, ma Super Mario Run non sarà da meno, questa è quasi una promessa vista l’apparizione di Shigeru Miyamoto sul palco Apple in occasione della presentazione dell’ iPhone 7. E’ la promessa di offrire dei titoli giocabili e godibili anche in ambito smartphone, un campo dove molti big hanno fallito o non hanno inciso adeguatamente.

Come precedentemente detto, Nintendo è la pioniera del gameplay e dell’immediatezza fatta metodo di controllo e con una semplicissima mossa di utilizzo del touch screen è stata in grado di dar vita ad un platform dalle caratteristiche bidimensionali, con un’enorme varietà di azione. Mario correrà automaticamente sullo schermo, al resto penseremo noi ed il nostro fido pollicione.

A seconda della tipologia di tap sul diplay dello smartphone, Mario sarà in grado di effettuare vari salti acrobatici e un misto di azioni per superare i vari ostacoli posti nello stage. Il tutto dovrà essere affrontato in un determinato tempo limite e sarà di fondamentale importanza raccogliere quanti più items, come ad esempio le famose monete, possibili. Scivolate, salti sui muri, salti bassi, medi, alti, tutto gestibile dalla nostra pressione sullo schermo, esattamente come facciamo abitualmente con il gamepad.

Dai tempi del NES ed il suo controller, effettivamente ne è passato di tempo... talmente tanto che dalla croce direzionale e due tasti azione principali, si è passati semplicemente al tap sul display. Un tocco di genio o pura follia? Vedremo. Le modlaità di gioco annunciate e quindi confermate, al momento sono tre.

Nella prima si dovranno superare dei livelli e raccogliere monete.

Nella seconda modalità si potranno sfidare i punteggi di altri giocatori, nel tentativo di superarli attraverso l'utilizzo di uno “stile di salti” migliore. In questa modalità pare siano presenti anche i Toad, chiamati a valutare il nostro operato e in caso positivo, unirsi alla nostra corsa.

La terza modalità permetterà invece di dar vita alla propria idea di architetto provetto, progettando e costruendo il Regno dei Funghi, spendendo le monete e i Toad raccolti nelle altre due modalità di gioco.

I percorsi sono strutturati per offrire quanto di più tipico è presente nella serie New Super Mario Bros. di Nintendo, con casseforti, monete, trampolini, blocchi, tubi e nemici di vario tipo e stazza. Il tutto sarà perfettamente ottimizzato per le caratteristiche dei dispositivi mobile ed il tipo di gameplay che questi possono offrire.

Curiosità

I lavori su Super Mario Run sono iniziati quando Nintendo lavorava a Miitomo, forse prima che Satoru Iwata passasse a miglior vita. Apple lo invitò ad un incontro per scoprire come le due aziende avrebbero potuto collaborare insieme, il resto, è storia odierna

"In Nintendo, diamo ancora molta importanza al giocare l'uno di fronte all'altro", ha detto Shigeru Miyamoto per quanto riguarda il mondo console.

Super Mario Run sarà disponibile in due versioni distinte: una a pagamento e con tutti gli elementi disponibili. L'altra gratuita, ma in una forma limitata. Questa presenterà alcuni elementi bloccati acquistabili in maniera "mirata".

Con l'annuncio dell'integrazione di Pokémon Go su Apple Watch e l'arrivo di Super Mario Run su iPhone 7, le azioni Nintendo hanno immediatamente goduto di un'impennata in borsa.

 

fonte http://finance.yahoo.com/news/nintendos-miyamoto-reveals-why-it-took-so-long-to-bring-mario-to-the-iphone-134720492.html


E’ una nuova Nintendo. E’ quella che sa guardare oltre gli standard

Sono molte le voci dei videogiocatori che vedono prossimo il fallimento di Nintendo in ambito gaming, ma spesso questi si dimenticano che è proprio il videogioco, il punto focale di Nintendo. Fondando il proprio business sul continuo sviluppo di videogiochi è chiaro che Super Mario Run è nato proprio in virtù di un mercato in continuo fermento come quello dei dispositivi smart.

Apple e Android hanno completamente trasformato il mercato degli handled ed il risultato è palese: ci sono miliardi di papabili videogiocatori - inconsapevoli - nella mischia; il compito è colpirli al cuore e rapirli verso il mondo ludico a loro sconosciuto. Nintendo in questo ha dimostrato di saper fare molto bene negli anni ed è forse l’unica in grado di indicare la via.

Super Mario Run è il videogioco che sgancerà definitivamente Nintendo dalle console classicamente intese? Forse si, forse no, ma è certamente il primo di una lista di titoli che saprà fare veramente bene al mercato ludico a basso costo. Probabilmente non è arrivato ancora il momento di dire addio alle console casalinghe e portatili nel senso stretto del termine, ma è certo che le ore sono contante, visto il continuo progresso tecnologico.

E se NX fosse uno smartphone per il gaming, quanto sareste sorpresi del suo ingresso nel mercato?


blog comments powered by Disqus
Federico D'Aco