Mario + Rabbids: Kingdom Battle, una scommessa tutta italiana
BWAAAH!

Mario + Rabbids: Kingdom Battle, una scommessa tutta italiana

Una breve anteprima per scoprire tutte le caratteristiche del titolo Ubisoft Milano che ha ricevuto complimenti anche dal "Maestro" Shigeru Miyamoto

Non sempre gli eroi sono quelli che salvano principesse e combattono i cattivi. Gli eroi alle volte sono anche quelli che attraverso le proprie idee riescono a regalare emozioni o raggiungere obiettivi estremamente difficili. Quello che sto per raccontarvi è il resoconto di una storia nata in Italia, dove si è raggiunto un obiettivo incredibile senza aver avuto la necessità di salvare nessuno.

Il protagonista di questa storia è Davide Soliani, Creative Director in Ubisoft Milan; al suo fianco è presente il talentuoso team italiano che ha investito gli ultimi 3 anni nello sviluppo di Mario + Rabbids: Kingdom Battle, un videogioco in esclusiva per Nintendo Switch.

Come appreso dall’articolo di Repubblica, il buon Davide insieme a Dario Migliavacca, Direttore dello studio milanese di Ubisoft, invece di realizzare la classica presentazione del gioco nel tentativo di ottenere l’approvazione per lo sviluppo, al tempo disegnarono semplicemente la locandina del gioco, come se fosse già stato rilasciato sul mercato. “E lì dentro c’era già tutta l’idea del gioco”, ha spiegato Soliani a Repubblica.

Da questo punto in poi l’intera storia prende vita fino a diventare quasi mito, creando un importante precedente in cui Ubisoft Milan prende le redini del progetto, avvia una stretta e continua collaborazione con Nintendo Japan e ottiene lo straordinario e prezioso consenso per sfruttare i famosissimi brand della casa di Kyoto.

Abbiamo visto più o meno tutti Davide Soliani piangere nel corso della conferenza Ubisoft all’E3 2017. Lacrime arrivate per l’attestato di stima e approvazione da parte di Shigeru Miyamoto, papà di Mario e di molte altre icone Nintendo, nonché punto di riferimento da sempre per Davide.

Queste lacrime di gioia hanno comunque avuto il ruolo di far comprendere quanto sia duro il lavoro di uno sviluppatore di videogames, nonostante sia un lavoro desiderato e mosso dalla passione.

Sono rimasto personalmente toccato dalla vicenda, estremamente emozionato, ma le mie lacrime le ho versate osservando le simpatiche canaglie dei Rabbids, intenti a vestire i panni di personaggi come Luigi, Donkey Kong, Yoshi e Peach… facendogli il verso!

Mario + Rabbids: Kingdom Battle ci spinge in un Regno dei Funghi controverso e allo stesso modo dissacrante, fatto di ilarità e audacia, racchiudendo in sé tutte quelle caratteristiche che portano un videogioco ad essere interessante al pubblico di ogni genere ed età.

Mario + Rabbids: Kingdom Battle, una scommessa tutta italiana

E’ l’ora dell’eroe

Tutto ha inizio con uno strano vortice che trasporta gli irriverenti Rabbids nel tranquillo Regno dei Funghi, spezzandone gli equilibri. Nel tentativo di riportare l’ordine, Mario, Luigi, Peach e Yoshi si incontrano con gli eroi dei Rabbids per formare una squadra in pieno stile “The Avengers” e pacificare i quattro mondi previsti dall’avventura.

Se da un lato il gioco mostrato durante la fiera si è rivelato essere molto vicino allo spirito dei Rabbids, dall’altro l’inimitabile contesto dei classici giochi Mario è stato amalgamato alla perfezione alla nuova creatura Ubisoft, dando vita ad un prodotto spassoso e ricco di cenni “Nintendosi per Nintendari”.

Ci sono puzzle da risolvere, una modalità cooperativa con cui divertirsi, ma soprattutto sono presenti dei nemici imprevedibili da combattere e sconfiggere, il tutto sfruttando un sistema di attacco e difesa basato sui turni, utile a donare la giusta carica strategica all’avventura; che dire: tutto molto interessante.

Proprio questi scontri ci mostreranno un lato di Mario e soci mai visto prima. Anziché sfruttare le classiche movenze viste nei titoli Nintendo come salti, pugni o power-up (non escludo ci siano), gli eroi del Regno dei Funghi sfrutteranno delle armi da fuoco mai viste prima, per un totale di 250, ognuna con le proprie caratteristiche uniche.

I turni di gioco si svolgono con la possibilità di posizionare i propri personaggi come all’interno di una “scacchiera”, imitando molto attentamente il combat system della serie XCOM. Ogni elemento disposto in questa porzione di mappa potrà trasformarsi in un anfratto dove nascondersi dai colpi nemici e sferrare il colpo di grazia attraverso il giusto schema tattico.

C’è molto umorismo in questo Mario + Rabbids: Kingdom Battle di Ubisoft, soprattutto sono presenti delle animazioni fortemente vibranti e convincenti che circondano l’intero mondo di gioco, quasi a richiamare quello stile vivo, colorato e armonioso dei classici platform Nintendo.

Mario + Rabbids: Kingdom Battle, una scommessa tutta italiana

Non è il solito gioco di Mario

Come avrete avuto modo di leggere e vedere dai filmati di gioco, Mario + Rabbids: Kingdom Battle non è il classico titolo Nintendo, così come non può essere accostato alla classica produzione Ubisoft. Questo nuovo gioco è piuttosto una perfetta fusione fra i due punti di vista, un titolo che quasi unisce la visione ludica di entrambe le compagnie in un prodotto apparentemente spumeggiante.

Su Nintendo Switch, Mario + Rabbids: Kingdom Battle potrà essere giocato da soli o con l’aiuto di un’ amico utilizzando la TV. Si potrà scegliere se giocare con i due Joy-con o magari sfruttare la combinazione “Cagnolino” e Controller Pro. Allo stesso modo si potrà giocare in mobilità e sfruttare le potenzialità portatili della piattaforma, il tutto attraverso 3 livelli di difficoltà ben distinti.

Il motore di gioco scelto per l’occasione e Snowdrop di Ubisoft, lo stesso che muove titoli del calibro di Tom Clancy's The Division ed i recentemente presentati South Park: The Fractured but Whole, Starlink: Battle for Atlas e Skull & Bones, equipaggiato di tutte le più recenti tecnologie di illuminazione, shader e intelligenza artificiale.

Anche il supporto agli amiibo di Nintendo è stato confermato per poter ottenere direttamene in gioco determinati oggetti utili al completamento dell’avventura.

Mario + Rabbids: Kingdom Battle, sviluppato da Ubisoft negli studi di Milano, Parigi, Montpellier e Bucarest, sarà rilasciato il prossimo 29 agosto 2017 in esclusiva su Nintendo Switch. Noi l’acquisto sicuramente non lo mancheremo, anche perché siamo nazionalisti e grandi tifosi di Davide Soliani. BWAAAH!

Galleria immagini

blog comments powered by Disqus
Federico D'Aco